Seaspin STRIA 95

stria
Seaspin STRIA 95, 5.0 out of 10 based on 14 ratings
GD Star Rating
loading...

Qualcuno lo aveva già testato e apprezzato in qualche evento ma ora finalmente lo possono apprezzare tutti. Parlo del nuovo artificiale dell’azienda sarda Seaspin Lures, lo Stria 95.

Un minnow dall’aspetto molto insolito che è tutt’altro che affusolato, perfettamente addolcito e arrotondato in tutta la sua struttura, si presenta con un corpo molto appiattito dai lati, che si sviluppa in altezza, basti pensare che nella parte posteriore è alto  6-7mm e la testa invece misura circa 2 cm. La testa termina con una paletta generosa, di forma quasi ovale. Oltre alle stratestate colorazioni Seaspin lo Stria sarà prodotto in colorazione Pettine e colorazione Triglia.

Lo Stria 95 è un minnow sinking, long casting dalla lunghezza di 95 mm per un peso di 18 grammi. L’armatura è passante, pensata per i nostri predatori e per la pesca in mare, monta due ancorette Seaspin Très T3X, super-sharp, corrosion resistant salt water treble hooks 3X, n°2 #4. Un altro elemento importante dello Stria sono le sfere mobili all’interno, in acciaio e tungsteno che oltre a stabilizzare l’assetto, a favorirne il lancio, fanno anche una sorta di rattling molto udibile dai predatori. La profondità di nuoto vista la paletta potrebbe far pensare ai 2 metri tipo countdown invece nuota tra i 30 e i 90 cm.

Ora passiamo alla prova in acqua partendo dal lancio, che per il volume che ha il minnow è davvero ottimale, le sfere mobili in fase di caricamento spostandosi verso la parte posteriore fanno aumentare la gittata. La paletta non è stata concepita per far scendere troppo l’artificiale nelle profondità  ma per farlo stare in assetto stabile nelle forti correnti, infatti lo Stria è adatto all’uso in foci, risacche, e moti ondosi presso scogliere.

I recuperi possono essere molteplici quindi, lento, regolare, veloce, jerkato e stop and go. Nei primi tre recuperi il rolling è ampio e molto accentuato mentre il wobbling nel recupero lento è stretto e nei recuperi successivi diventa regolare. Il wobbling in un minnow con delle superfici laterali così ampie può fare davvero la differenza infatti i flash prodotti dalle sue olografie e colorazioni attraggono anche i predatori più apatici. Infine la jerkata e gli stop and go, recuperi mai da sottovalutare specialmente nei piccoli minnow sinking come questo, le sbandate sono ampie e negli stop lo stria tende a puntare il muso verso il basso quasi quasi volesse grufolare e imitare una triglia o un pettine, da questo ne derivano le nuove colorazioni.

Tanti i pesci foraggio del sottocosta che si presta ad imitare lo Stria, da ciò ne deriva una ricca serie di prede insidiabili, prima fra tutti la spigola ma è molto adescante anche sui barracuda, tunnidi e perfino dentici.


Lascia una risposta

*